Di adolescenza buona oggi non se ne parla. Che non faccia notizia è scontato, ma che debba essere demonizzata, ridotta al suo peggio, senza vederne il potenziale, l’aspetto trasformativo ed innovativo è un grave errore.
Articoli, servizi, blog, ritraggono l’adolescente nelle sue parti più passive: “gli sdraiati”,  come li ha definiti Michele Serra, che confondono il giorno con la notte, senza interessi, con poca conoscenza del senso della fatica e dell’impegno, che vegetano in mutande davanti a tablet, cellulari e frigoriferi pronti a riempire vuoti sconosciuti.

Sentite spesso parlare di queste figure professionali senza avere bene in mente le differenze? E’ vero: tutte e tre iniziano per –psi, ma sono effettivamente diverse tra loro. Proviamo allora insieme a capire la loro specificità, in modo tale da poter avere qualche strumento in più nella cassetta degli attrezzi nel momento in cui doveste rivolgervi ad uno di loro o semplicemente per curiosità e conoscenza personale.

Page 4 of 41234